(8 members) Shortlink
A capo

Communication

Imponderabile e soggettivo. Me verso San Paolo

g

Ps e tags della vita

Trasformazione. Integrazione. Inclusione. Ascolto. Comunicazione. Dipendenza. Mediazione. Paura. Soluzioni. Droga. Sociale. Ricorso. Risposte comunitarie.

 

Queste le parole scritte nella locandina dell'evento appena passato, appoggiate dentro un telone rotondo che quattro persone diverse - diverso il colore della pelle, diversi i capelli, diversi gli occhi – tengono ben steso e tirato, come se le avessero salvate dalla caduta da chissà quale altezza.

 

Dal 2008 l'Istituto Empodera si adopera per la formazione degli attori e degli operatori sociali. Durante tutto questo periodo è riuscito a raccogliere e integrare varie esperienze creative e semplici all'interno di più regioni del sud America. ''Condividiamo esperienze e creiamo vincoli, relazioni con ognuna di esse, comprendendone bene l'importanza e il potere d'influire su temi come droga, sessualità, povertà etc... Nasce così il desiderio di moltiplicazione e condivisione delle risposte comunitarie, dei saperi, delle pratiche''.

 

L'incontro creato in quest'occasione dall'Istituto Empodera aveva l'intento di fornire un laboratorio ricco di esperienze di gruppo, con la partecipazione di rappresentanti di un'ampia gamma di settori sociali che si facevano portatori e facilitatori dell'intersettorialità di saperi e pratiche.

 

Con questo laboratorio, si sono riempite le pareti di ogni stanza dell'edificio di un'ampia rete di domande e proposte integrate fra loro, con l'intento di affrontare questioni sociali tanto complesse e drammatiche e di riuscire a trasformarle in nome di un diritto umano di base da poter garantire a tutti. Parole che raccontano le esperienze di straordinarie donne, di straordinari uomini che si incrociano nei corridoi, salgono sul palco, condividono la mensa e le storie di dignità umana, educazione, salute, lavoro. Quattro nodi tematici intorno a cui si sono articolate le due giornate. In tutte quelle realtà di estrema esclusione e vulnerabilità, ''a melhor forma de ajuda imediata é a presença, a escuta, a disponibilidade, a busca conjunta''. Non c'è bisogno di tradurre una musica così bella, chiara e pulita.

 

L'asse portante diventa l'educazione come mezzo con cui migliorare la partecipazione di tutti gli attori sociali alla vita di una comunità e, conseguentemente, migliorare la qualità della sua salute e della sua vita. Il lavoro diventa un'azione produttiva che rende autonomi gli individui, che li sostiene nel loro sviluppo e nell'acquisizione di un'integrità fondamentale.

 

Chiedo scusa se non resto affezionata al senso letterale di tutto quello che sta scritto ancora lì su quelle pareti, o sugli opuscoli e i libri che sono stati distribuiti in questi giorni. Avevo i miei occhi per vedere e la mia bocca per dire anche di quel valore in più che, se quantomeno intuito o immaginato, potrebbe davvero contribuire a portare ancora più avanti la ricerca su tutto quello che fa dell'uomo un essere umano. Qual valore in più che sa di buono, che sa di bellezza, che sa di irriducibilità e speranza/certezza. Qualcosa che serva a vincere l'odio e, prima ancora, l'invidia che lede l'immagine.

 

Ho abbracciato tutto con le stesse braccia con cui ho abbracciato ogni volta te. Per non perdere il filo. Per non perdere la bellezza e i 'di più'.

E' ancora una questione di quel certo linguaggio che, una volta che si ha, non si può più perdere. E' la scoperta di ciò che fa la realtà di ogni persona un essere umano, capace di bellezza e (tambem) di farsi difensore di una bellezza simile.

 

Rileggevo e studiavo: la potenza e la miseria, l’immaginazione, la conoscenza induttiva. I tags della vita. La nuvola di elementi prevalenti circondati dalla musica.

 

E pensavo che oltre ai tags della vita, ci sono le letture non letterali degli eventi, degli incontri, dei laboratori, dello studio sulla e della realtà, dei rapporti con tutto quello che ci circonda. Ci sono letture non letterali così come ci sono i PS alla fine di una lettera, che danno un senso ulteriore a tutto quello che stava scritto prima. E forse, dicono l'essenziale che si era tralasciato.

 

O que você traz como resposta?

Quello che ho scritto io sta nella foto di questa pagina di blog.