(11 members) Shortlink
Fruit-TIAMO

Health

“Frutta e frullati a ricreazione, diamo allo spreco un’ammonizione!”

g
siamo la classe 4°AL del Liceo Linguistico Cavalleri di Parabiago, cittadina in provincia di Milano. Il nostro istituto conta circa 900 alunni suddivisi in quattro indirizzi: Linguistico, Scientifico, Scienze Applicate, Scienze Umane; i docenti che ci hanno seguito sono: prof.sse Abbaneo, Bossi, Costa, Cozzi.Cape Town's Sneaker Culture is Unlike Anywhere Else in the World
1. Analysis of needs: 
Il nostro progetto nasce, dopo un’attenta analisi delle necessità all’interno del nostro territorio, con l’intento di rimediare a due enormi problemi, tanto comuni quanto sottovalutati, che affliggono la nostra piccola cittadina come tante altre realtà: lo spreco di frutta e verdura ancora commestibili da parte dei supermercati della zona, che mostrano poca attenzione alle politiche di sostenibilità, e la mancanza di un’alternativa sana al junk food offerto all’interno delle strutture scolastiche. È in questo contesto che si inserisce la nostra proposta con l'obiettivo di promuovere una cultura dell'alimentazione: ridare valore al cibo, ridurre gli sprechi e insegnare ad alimentarsi in modo corretto dal punto di vista sia qualitativo, sia quantitativo. La scuola ci sembra il luogo adatto per coinvolgere i nostri compagni alla scoperta di un approccio innovativo all’alimentazione, promuovendo in modo creativo un’ educazione alimentare fatta dai ragazzi per i ragazzi e suggerendo interessanti connessioni per far avvicinare i nostri coetanei in modo nuovo e sorprendente al cibo e all’atto di nutrirsi. E’ nostra intenzione inoltre lasciare un segno tangibile del nostro operato in modo che il nostro progetto possa sopravvivere anche oltre la nostra permanenza all’interno dell’istituto e possa costituire uno strumento duraturo e sempre rinnovabile d’insegnamento e riflessione: educazione alimentare come un appetitoso piatto di cultura, arte, tradizioni ed emozioni finalizzata alla formazione di consumatori responsabili.
2. Objectives: 
• L’arte del cibo e il cibo nell’arte: vorremmo allestire nei corridoi della nostra scuola una sorta di galleria d’arte con dipinti famosi, disegni e fotografie degli studenti stessi che affrontino il tema del cibo e che costringano ad osservare, scoprire e conoscere andando oltre l’immagine. • Conoscere per imparare: vorremo organizzare conferenze dedicate alle classi prime e seconde tenute da docenti e studenti universitari esperti nel settore introducendo anche quiz e giochi per sensibilizzare sull’importanza del cibo e della salute. • FRUIT-TIAMO: frullati e macedonie contro lo spreco: vorremo progettare un ‘area all’interno della scuola dove gli studenti possano acquistare frullati e macedonie prodotti da noi con la frutta scartata prelevata dai supermercati per proporre una sana alternativa ai soliti snack. In questa zona posizioneremo pannelli informativi sui benefici della frutta e , schede informative sulle sue proprietà e sulle vitamine in essa contenute.